Follow by Email

mercoledì 8 gennaio 2014

Gran Bella Intervista

Confronto alla 'Jene' per Mauro Biglino e Mons. Avondios da parte di

LUOGHI MISTERIOSI (http//:www.luoghimisteriosi.it)

Una 'confessione' da entrambi i lati arricchita da aspetti ermeneutici di pensiero:
- lo scientismo dell'Autore e il misticismo del Sacerdote.
Molte note di colore, da seguire con divertimento.

Intervista doppia Mauro Biglino - Monsignor Avondios

4 commenti:

  1. Diciamo con tranquillità: Biglino game set and mach!

    Sisi vabbè è un sacerdote ortodosso, se ci fosse stato un teologo cattolico... : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono cattolico, ne ortodosso, ne protestante, ma conosco abbastanza bene la Bibbia. Ho trovato sconvolgenti le "rivelazioni" di Biglino, tanto che per alcuni giorni dopo che le avevo sentite per la prima volta mi sono sentito come se mi fosse morto qualcuno. Poi, ho deciso di approfondire con gli strumenti a mia disposizione.
      Uno dei primi punti che ho voluto approfondire è stato Deuteronomio 32:17, uno dei cavalli di battagli a favore della teoria di Biglino.
      Nel passo sembra esserci due entità distinte e separate: Yahveh ed Elyohn. In altri passi del VT i due termini che compaiono insieme sembrano riferirsi alla stessa persona (es Gen14.22, Salmo 7:17, 18:4, 47:2, 83:18, 97:9, 2Samuele 22:14)
      Biglino sostiene che siano delle modifiche masoretiche e che a lui comunque alui "pare che parlino di due cose diverse" (?)

      Qualcuno esperto in ebraico antico sa darmi delle spiegazioni al riguardo?
      Grazie

      Elimina
  2. Brevemente, vorrei parlare di quello che secondo me e' il punto fondamentale su cui bisognerebbe basarsi per confutare le tesi di Biglino, ovvero la presenza aliena sulla terra. Credo fortemente, e non sono l'unico, vedasi il grandissimo Manly P Hall nel suo discorso " the initiation of the pyramid", che gli elohim, nel caso fossero davvero una pluralita', fossero anche loro dei terrestri. L'aiuto divino o l'aiuto alieno non fa molta differenza, in ogni caso si rende l'essere umano impossibilitato a compiere determinate azioni senza un aiuto esterno. Si lascia la razza umana in uno stato basso, di una continua attesa di un salvatore. In una delle conferenze di Biglino, anche una persona del pubblico solleva questo dubbio, ricevendo come risposta dallo stesso Biglino che lui non afferma mai che in realta' gli elohim fossero alieni; eppure uno dei suoi libri si intitola esattamente Il dio alieno della bibbia. Non voglio mettere in dubbio la onesta' intelletuale del signor Biglino, in ogni caso e' palese che il tema alieni venda molto di piu' di quello che propongo io, quel signore del pubblico e M.P Hall. Tra l'altro quando si chiede a Biglino come sia arrivato a pubblicare i suoi libri, risponde sempre in una maniera elusiva, parlando di amicizie che lo hanno portato appunto a fare quello che fa. La mia e' solo una ipotesi, e non esclude la buonafede di Biglino nel credere in un dio alieno, pero' potrebbero esserci dei centri di potere occulto che manovrano i fili da dietro le quinte. Cosa succederebbe se gli esseri umani si rendessero conto che quel dio alieno e' semplicemente un essere autoctono della terra? Inizierebbo a pensare che e' possibile eguagliarlo? Il giogo della schiavitu' delle religioni e tanti altri scomparirebbe, rendendoci di fatto uguale a dio. Pensiamo anche solo semplicemente agli spagnoli in sudamerica, vennero scambiati per divinita', nonostante fossero di questa terra. Se le popolazioni indigene del sudamerica avessero saputo che i conquistatori erano semplici umani, si sarebbero fatti fregare in questa maniera?

    RispondiElimina
  3. "Sisi vabbè è un sacerdote ortodosso, se ci fosse stato un teologo cattolico... : )" No No, se ci fosse stato un teologo cattolico avrebbe perso senza segnare un punto allo stesso modo ;)

    RispondiElimina