Follow by Email

martedì 4 settembre 2012

Discussione tra l'esegeta Avraham e Mauro Biglino

4 settembre 2012 alle 16:46

Io preferirei non usare il termine “verità”, ha più sapore di religione, che di ricerca.

Varie spiegazioni di termini biblici ed interpretazioni che Mauro

ha pubblicato solo recentemente nei suoi libri; anche noi, piccolo gruppo di utenti ebrei israeliani ed italiani del forum biblico ebraico, ne parliamo già da quasi un decennio.

Poi vi è una sostanziale differenza fra noi e Mauro nell’interpretazione di fatti narrati nella Bibbia nel loro complesso. Noi non abbiamo la “necessità ideologica” di attribuire agli extraterrestri l’alta tecnologia di cui ci parla la Bibbia. Questa vi era perché proveniva da un’altra era precedente in cui visse una civiltà molto evoluta e fra l’altro longeva.

“Che poi voi abbiate le necessità ideologica di sostenere che a fare tutto sono stati gli esperti ebrei lo posso anche capire e non entro neppure nel merito.”
“necessità ideologica”?

Ma abbi pazienza, il mondo ebraico è talmente vario e ricco che non può avere e non ha alcuna “necessità ideologica”. La necessità ideologica può averla chi deve portare avanti una determinata ideologia e se gli manca un solo elemento il castello di carta gli casca. L’ebraismo è un castello di ferro e sussiste già da millenni con mille ideologie e porta sempre in testa la ricerca della verità e non la pretesa di avere la verità. Siamo il popolo più antico della terra ed abbiamo subito le prove più atroci della storia, tutti i tentativi di sterminio, di minare le nostre radici e la nostra tradizione sono tutti miseramente falliti.
Ho solo riportato ciò che dice il nostro antico tramandamento orale senza nessuna “necessità ideologica”.

“A me interessa la conferma inequivocabile della validità della mia traduzione su passi tanto controversi e su cui le religioni, la cosiddetta tradizione e certi sedicenti esoteristi hanno costruito tante falsità.”

Molte conferme le può certamente trovare anche nei nostri forums anche da altri utenti, ma non si illuda… troverà anche le inevitabili smentite. La sua “verità” non è poi tanto diversa da quella delle religioni. Lei parla di “senso letterale” della Bibbia, ma la Bibbia non ha un solo senso letterale e per comprenderla è indispensabile studiare il resto della letteratura ebraica ed i costumi del popolo ebraico. Dopo aver trovato una chiave di lettura del testo, ecco ne viene fuori un’altra, tale da averne tante di letture e di sensi letterali. Nella Bibbia ogni parola è interpretabile ancora nel suo strato più basso, cioè il suo presunto senso letterale, poi vengono gli strati successivi, quelli religiosi e teologici.

“Voi lo sapevate mentre IO l’ho ricavato TRADUCENDO i CODICI EBRAICI scritti nell’ebraico che voi dite che io non conosco!.”

Non credo che qualcuno le abbia detto che non conosce l’ebraico. Semplicemente qualcuno ha notato che da come ha riportato la pronuncia di alcune parole le manca una certa dimestichezza, una certa padronanza con la lettura. Se avesse rivisto bene il testo prima di pubblicarlo sicuramente avrebbe evitato simili commenti. Ma ora leggendo il suo libro mi accorgo che di errori o sviste ve ne sono di più gravi di quelli che già le hanno fato notare: a pag 51 del suo libro, nella traduzione di Gen 3.20, riporta la pronuncia del pronome personale הוא con “hiwà”. Cos’è un’integrazione del kerì uctiv? Mi astengo dal commentare per rispetto alla sua persona.

Shalom

57 commenti:

  1. Beh... sbaglierà le pronuncie ma, l'importante secondo me, è non sbagliare le traduzioni ;)

    RispondiElimina
  2. Il vero problema - e credo che lei dal suo commento è sprovvisto di conoscenza in tal senso - sta anche e soprattutto nella pronuncia (plur. 'pronunce'). Mi spiego meglio. Se prende ad esempio il nostro 'pero' e 'però' a seconda della pronuncia si ha l'albero da frutto o una congiunzione dubitativa. E il senso cambia, anche di parecchio. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco gli arrampicatore sugli specchi! Vi rode tanto che finalmente è arrivata una persona che svela tutto. Grande Mauro Biglino. Hai la stima di tutti noi.

      Elimina
    2. Haha, che bello sapere che il signor, (perchè professore è un merito che non gli appartiene per nulla) Biglino non è nessuno, questi gonzi che lo seguono credono di aver trovato la fonte di saggezza ma in realtà sono presi in giro da uno pseudotraduttore disonesto che modifica tutte le parole a suo piacimento facendo dire alla Bibbia quello che la Bibbia non dice, accontentando le voglie di tutti gli anticattolici e anticristiani, ovviamente ignoranti perchè chi conosce l'Ebraico non può che ridere di fronte a tante sciocchezze. Diciamo che a tutti gli atei, satanisti, e chi più ne ha più ne metta che odiano la Bibbia e la Chiesa hanno trovato un fantomatico personaggio su cui aggrapparsi, ridicoli allo stato puro e sono pure convinti haha XD

      Elimina
    3. Yahweh ish milchamà o alieno?? haha non sanno neanche essere furbi e si contraddicono da soli :D

      Elimina
    4. Bibbia, un libro ebraico emendato nei millenni, ogni volta che veniva trascritto a seconda delle esigenze del momento o secondo le "voglie" del dettante non rappresenta più l'originale. E' un dato di fatto riconosciuto dai più grandi esegeti. Perciò non non credo sia interessante discutere di aria fritta.

      Elimina
    5. aspettiamo di conoscere " l'originale "

      Elimina
    6. SPERIAMO CHE LE AUTORITA' PERSEGUITANO I PROFESSIONISTI RELIGIOPSI A PROCESSARLI E SPERIAMO CHE LE CHIESE INCOMINCIANO A SVUOTARSI BASTANO 2000' ANNI A PRENDERE PER IL CULO I POVERI DEBOLI CREDENTI.

      Elimina
  3. Avrà sbagliato l'ebraico ma la traduzione italiana mi pare corretta e cioè "essa"

    RispondiElimina
  4. se ha sbagliato l'ebraico... Abbia pazienza, scriva pure: però si spieghi meglio. Se infatti ha sbagliato le pronunce, se ha sbagliato l'ebraico la traduzione è quello che è: una bella attrazione per ragionamenti similari al suo. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già dire abbia pazienza vuol dire che Lei non la sta avendo.
      questo senza entrare nel merito .

      Elimina
  5. E' un mese che non ci sono post.... gia' finite le argomentazioni? Visto l ultimo video della conferenza di mauro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse i post non ci sono perchè il signor "confutatio" toglie quelli che non sono in linea con la sua tesi... un bell'esempio di obiettività e imparzialità...

      Elimina
  6. Dovevo essere lì ma ho preferito di no; stiamo preparando una Conferenza congiunta con Mauro dopo la primavera del 2013; prima non era possibile per gli impegni negli States dell'Autore. Lo vedrò su YouTube o sul suo blog

    RispondiElimina
  7. Per precisione ricorderei che "però" è congiunzione avversativa.

    Cordialità

    RispondiElimina
  8. Gentile Sig. Confutatio,
    penso che il punto grave di questa vicenda (se è vero quello che Lei dice) sia il punto che il Prof. Biglino si sia dedicato nella sua vita alla traduzione dei vostri testi anche per conto del Vaticano. La Bibbia CEI è una delle più lette e diffuse nel mondo anche a causa del proporzionale numero di credenti romano-cattolici e di conseguenza viene letta anche da agnostici e atei. Se veramente questo studioso è ignorante e commette così tanti errori mi posso immaginare che scempio egli abbia fatto nel tradurre l'Antico Testamento... Se così fosse anche la Bibbia cattolica (e non solo) sarebbe poco o per niente affidabile facendo un gran danno ai credenti, a chiunque ci si accosti e alla Verità presente in tali testi. Sò da fonti vostre che persino la parola "Elhoim" non sarebbe affatto un plurale ma invece un titolo onorifico di gran valore presente poche volte nella Tanakh. Quindi la Bibbia partirebbe già in errore dalla Genesi... Spunto poi dal quale Biglino ha tratto i suoi successivi vaneggiamenti sugli Aleni/Annunaki. Le domando allora perché dico perché voi ebrei avete potuto tollerare una sifatta accozzaglia di errori da parte degli europei ? Biglino non è il solo a dare una versione fantasiosa e molto personale dei fatti ; anche il Prof. Danilo Valla commette la stessa procedura ma in modo diametralmente opposto. Tra i due chi sceglierebbe se dovesse fare una scelta ?
    Personalmente penso che senza un vissuto personale nella vostra cultura e religione sia quasi impossibile avvicinarsi alle traduzioni dei vostri testi sacri e secondo me Valla e Biglino sono un esempio di tutto cio'.
    Aspettando una sua risposta Le faccio cordiali saluti.

    RispondiElimina
  9. Salve a Lei, Anonimo: bello rispondere ad un 'Anonimo', mi ricorda Odìsseo quando rivelò il suo nome al Titano Ciclope che suonava 'oudeìs'; non traduco perché Lei conoscerà sicuramente il greco o cmq avrà sentito parlare dell'Odissea.
    Vi sono alcuni punti importanti da chiarire: Mauro Biglino, da sua affermazione, non è 'Prof.': quindi non scrive libri di testo ma 'prodotti editoriali' ricchi di opinioni.
    Non conosce la lingua ebraica tout-court; traduce attraverso supporti linguistici solitamente di origine statunitense dove, Lei mi insegna, risiede la stragrande maggioranza dissidente dai canoni ortodossi.

    Non è un caso che gli amici di Consulenza Ebraica, ebrei e riv, ne abbiamo sottolineato diverse problematiche specialmente di pronuncia, ove la pronuncia non è un 'optional' ma un fondamento per il signiicato finale.

    Biglino non ha tradotto per la Conferenza Episcopale Italiana: ha tradotto per conto di una casa editrice, la EDP, sicuramente sotto il benestare di Mons. Ravasi e della CEI; ma è un discorso diverso.

    'Confutatio' non è ebraica, tutt'altro: e persino 'Consulenza Ebraica' ha impostato le proprie analisi su condizioni di laicità: nessuno infatti in questo blog ha mai portato tesi teologiche o fideistiche. Abbiamo tutti ragionato su condizioni oggettive inerenti linguistica, storia, archeologia e condizioni interpretative. E' una cosa assai diversa.

    Gli Ebrei non hanno mai 'tollerato'; hanno contribuito al Codice Masoretico di Leningrado con tutte le limitazioni che questo comporta nel dialogo tra le tre religioni.

    Il fatto di scindere 'ebrei' da 'europei' la dice grossa sul Suo modus cogitandi che, Le anticipo, non tollero in quanto mi riconosco nel pensiero libero. E soprattutto scinderei tra denominazioni fideistiche e nazionali. O forse Lei intende che non vi siano 'ebrei Europei'? E' come se dicesse 'americani' e 'cristiani', come posso fidarmi della Sua disamina?

    Sull'ultimo capoverso condivido ed infatti 'Confutatio', di estrazione laico-cristiana, si è 'appoggiata' a Consulenza Ebraica per comprendere meglio una cultura antichissima ed estremamente complessa. Ma sicuramente umana e non aliena.

    Cordialmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Lei ha perfettamente ragione io ho sbagliato.
      Il signor Biglino Mauro non è affatto un professore, avevo scritto cio' in quanto spesso questo titolo gli viene erroneamente attribuito da molti . Certe volte si pecca di quello che io definisco "poupulismo", comunque ero già a conoscenza della cosa (non me ne voglia a male).
      Ad ogni modo mi sembra che i LIBRI a rigor di logica - e soprattutto di italiano - siano prodotti editoriali quindi La inviterei a focalizzare la Sua personale critica su punti più seri e concreti. Sul fatto delle edizioni PAOLINE, qui mi sembra di individuare alcune incongruenze, La invito pertanto , se è in grado, a indicarmi fonti che possano sostenere questa tesi; che (anche se confermata) non cambierebbe di fatto la realtà delle cose: e cioè che di fatto questo signore ha scritto (indirettamente o direttamente) parte dell'Antico testamento pubblicato in alcune Bibbia CEI.

      Il fatto della vostra presunta o vera laicità non cambia affatto la realtà delle cose : Lei con questa storia del Codice Masoretico mi sta in poche parole dicendo che voi (per motivi che ignoro) siete scesi a compromessi con le altre religioni omettendo di dire quindi che ci fossero errori o imprecisioni ? Questo atteggiamento non mi sembra affatto né laico né obbiettivo e spero di aver frainteso le Sue parole.
      Se per avere un “dialogo” con gli altri bisogna poi combinare questi disastri nelle traduzioni, mi domando proprio se sia giusto metterlo in atto.

      Storicamente parlando gli ebrei mi pare siano nativi del Vicino Oriente se non erro.
      Logico che al giorno d’oggi vi siano ebrei in tutte le parti del mondo, ma è anche vero che a tirar le redini sia per ovvie ragioni Israele che né è la capitale.
      Mi dispiace di averla urtata psicologicamente (non era mia intenzione) facendogli notare alcune cose, la cosa buffa di questa faccenda è che di fondo anch’io non sostengo affatto Biglino e mi ha sorpreso non poco la Sua reazione forte e sarcastica che ha avuto fin dall’inizio.

      Un’ultima cosa Le faccio notare che (giusto che vedo che anche Lei ci tiene alle etichette) dire che voi siete di estrazione laico-cristiana non vuole dire proprio nulla; dal momento che i cristiani si dividono in tantissime sotto e macro categorie.
      Come vede non sono il solo a peccare d’imprecisione (…E' come se dicesse 'americani' e 'cristiani', come posso fidarmi della Sua disamina? Cit.), ma a differenza Sua io per screditare una qualsiasi persona non bado solamente alle imprecisioni ma cerco di andare al succo del discorso che secondo me è molto più interessante dei puntigli sebbene abbiano anch’essi la loro importanza.

      Mi farebbe molto piacere che Lei mi rispondesse e cercasse di tollerarmi , poiché io amo molto il dialogo e il confronto mentre ritengo in questo caso futile il sarcasmo e gli attacchi personali. Da un buon confronto si può uscire entrambi arricchiti secondo me.

      In attesa di una Sua risposta Le faccio cordiali saluti.

      P.S. Anch’io come Lei mi riconosco nel pensiero libero, quindi penso non ci siano problemi di sorta in questo ambito.

      Elimina
    2. se biglino ha una conoscenza superficiale della lingua ebraica perché è stato scelto come traduttore? forse che la edp e le varie figure che hanno espresso il placet scelgono i propri collaboratori senza apprezzarne la formazione o peggio ignorandola?
      la pronuncia corretta dei suoni di una lingua ci dice della familiarità all'oralità non della consapevolezza delle strutture profonde che regolano un codice linguistico, mi rendo conto dell'importanza essenziale della pronuncia (ancor più che ci confrontiamo con una lingua che vocalizza su una base consonantica) ma è vero anche che una volta cononizzato il testo compito del linguista è studiare il testo nella sua forma scritta.
      si dice poi che le idee non sono originali ma copiate dal gruppo presso il quale ha studiato..se si esclude la diretta ispirazione divina beh è assolutamente normale far riferimento a "scuole di pensiero"; altrimenti l inferno di dante è da buttare perché copiato da virgilio.
      poi non capisco come possa andare a suo sfavore l aver studiato presso comunità ebraiche e non new age.
      si ma lui va oltre perché ci mette di mezzo gli alieni
      e qui bisognerebbe chiedersi quale immagine produce la mente di ognuno a questa parola
      stesso problema con elohim
      alieno indica semplicementa alterita rispetto a qualcosa e penso che sia evidente l abisso tra yahweh e i beduini che prende come popolo e credo che sia pacifico affermare, senza troppe sovratsrutture,che gli dei (di qualsiasi saga) siano alieni rispetto ai servitori cioè conducono uno stile di vita differente..a torto un bancario direbbe che il banchiere è per lui un alieno?non credo.
      se poi le tecnologie vengano da altri pianeti, dal centro della terra o di civiltà scomparse mi sembra affare di poco conto considerando per altro che le ipotesi non si escludono a vicenda.
      io credo che sia ora di sposare antico e moderno perché in realta cio che definiamo antico non è meno evoluto di quello che conosciamo o immaginiamo ma solo stremato da secoli di errate e opportunistiche traduzioni

      Elimina
    3. Una delle domande che spesso si pone chi ascolta le sue conferenze è: come ha imparato a tradurre Mauro Biglino? Qual è il suo titolo di studi?

      Ho imparato con un insegnante della comunità ebraica della mia città. Poi le mie traduzioni sono state accreditate dalla più importante casa editrice cattolica d’Italia, le Edizioni San Paolo, che ha pubblicato 17 libri dell’Antico Testamento da me tradotti. Cinque di questi libri sono stati per due anni “testo di riferimento” per i Corsi di lingua e letteratura ebraica biblica e medievale all’Università L’Orientale di Napoli (una delle più prestigiose d’Europa nel suo ambito. Le mie traduzioni si trovano nelle facoltà di teologia e nelle biblioteche delle università di quasi tutto il mondo.Non potrei avere migliori accrediti e riconoscimenti.

      tratto da una delle innumerevoli interviste.


      state buttando fango su biglino perchè non avete argomentazioni valide. Questo si chiama diffamazione, è un saggista studioso esperto più di voi che vuole conoscere la verità che da fastidio a gente come voi

      Ivan S.

      Elimina
  10. Caro Anonimo,
    credo Lei debba documentarsi prima di postare su 'Confutatio'.
    Questo è ciò che dice, da sempre ed è vero, l'Autore:

    http://www.maurobiglino.it/?page_id=2

    L'allontanamento dalle Ed. Paoline è una frase stessa raccontata dall'Autore (oltretutto non c'è alcunché di strano o male, è normalissimo
    ...), registrata dal sottoscritto durante una Conferenza tenutasi ad Ancona a marzo dello scorso anno, se non sbaglio il 3 marzo.

    Un prodotto editoriale si differenzia da un saggio a proposito dell'uso che ne viene fatto ufficialmente c/o strutture d'insegnamento universitarie o di inferiore scuola: un libro d'Italiano non è propriamente un 'prodotto editoriale' bensì un manuale che a sua volta si differenzia da un saggio: il metodo di Champollion o l'Encyclopedia di Rousseau sono saggi in senso stretto e semmai 'produzioni' editoriali in senso lato. I disastri nelle traduzioni del Masoretico è un'espressione sua e un 'tra le righe' dell'Autore. Le traduzioni dall'AT e dal NT sono condizioni che potremmo definire 'perpetue': non esiste uno 'stop' vero e proprio: ne è prova il Byble Project

    http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=2&sez=120&id=41149

    attraverso il quale decine di teologi, filosofi, riv e studiosi avranno di che parlare, passandosi il testimone nel tempo, in circa 200 anni di revisione.

    Non mi risulta che tra questi vi sia Mauro Biglino.

    Nessuna reazione sarcastica, semmai forte. Che Lei sostenga o meno M. Bigl. mi interessa poco: qui sicuramente non lo sosteniamo, ne confutiamo la teoria su dati oggettivi linguistici, traduttivi e storici. Il laicismo di cui parlo, mi fa specie che Lei non lo sappia, non vuol dire assoluta estraneità ad una Fede:Lei mi insegna che il 'laicato' sono i fratelli e le sorelle senza voti. Qui abbiamo preso, naturalmente, il significato corrente, ad uso comune che si fa del termine 'laico' per sottilneare come 'Confutatio' non fa ricorso ad anatemi o altro per criticare le posizioni dell'Autore bensì si rifà a studi oggettivi, non-confessionali e pertanto terzi, appunto 'laici'.

    Le ribadisco che la tolleranza è sottesa al confronto mentre non tollero riferimenti a posizioni anche solo per errore anti-semite o anti-cristiane o anti-islamiche. O comunque di derisione verso qualsivoglia Credo che fa parte della individualità più profonda e pertanto è inviolabile.

    Scriva pure quando vuole, se è un post d'ineresse Le risponderò sempre volentieri.

    Cordialmente
    AM Confutatio

    RispondiElimina
  11. cancelliamo i post adesso ?
    bel sito di mentecatti ! complimenti !
    siete utili quanto un citofono in cantina e affidabili come una bombola da sub bucata !
    vergogna !

    RispondiElimina
  12. Allora ascolta me: e inizio a darti del 'tu'...

    Io con chi sto conferendo? Con uno 'spamming' che oltretutto si firma 'Anonimo'? Bah... Sei 'nessuno', Oudeìs, come già avevo scritto. Si vede che neanche conosci l'Odissea.
    Pazienza.
    Sai quanto ne ho visti di 'nessuno' come te? Ne hai un'idea? Riesci a comprendere questo o ti devo fare un disegnino?
    Interessante il 'citofono' o la 'bombola da sub': sono elementi di profilazione.
    Ma non mi va di perdere tempo.
    Pertanto: non so chi ti manda, non so chi sei e soprattutto - francesismo - 'che cazzo vuoi' e sinceramente non mi interessa.
    Ma qui siamo abituati a confutazioni serie.
    Quindi: o argomenti dall'alto di un nome e cognome o comunque di un avatar, tracciabile...
    Altrimenti mi divertirò a leggere e cassare.
    Uno per uno.
    Post by post.

    I 'troll' non sono ammessi.

    Cordialmente
    AM Confutatio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comodo cancellare i post precedenti e poi commentare solo l'ultimo nel quale uno perde la pazienza.
      Se non ti vanno i commenti anonimi signor ipocrita puoi anche disabilitare la cosa. Non sono tutti registrati su GOOGLE o simili. Ma scommetto che è troppo furbo e preferisce far la parte della povera vittima sacrificale.
      Ho sbagliato io a mettere piede in questo blog di dittatori, ma sa com'è si sbaglia nella vita.
      Cancella pure questo commento se ti va signor furbetto ma ricorda bene una cosa : la tua coscienza né terrà ben traccia ed è con Lei che dovrai fare i conti un giorno. Ti perdono già fin d'ora tutto perché mi è ben chiara la tua ottusità che considero una grave malattia. La gente come Lei la metterei a pascolare vacche, forse così capirebbe qualcosa della vita che non sia la menzogna e la malizia.

      Confido in un Suo ravvedimento futuro e prometto che da ora in poi non scriverò più in questo schifo.

      Mi raccomando cancelli , cancelli ma la memoria quella , ahimè , non si cancella tanto facilmente.

      Addio.

      Elimina
    2. ... Povere vaccche ...!

      Elimina
  13. No no: non cancello...
    Come non ho cancellato altre cose nella mia 'vita da web'. E' chiaro no?
    Grazie per il perdono.

    Peccato che sia un perdono 'anonimo'.
    Ho avuto già modo di valutare 'account anonimi'.
    Credo mi sia spiegato.

    Cordialmente
    AM Confutatio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ricorda un episodio della prima serie di Star Trek: sembra che il Male, quando a diretto confronto con il Bene, tenda a ritirarsi, se non può imbrogliare le carte in tavola. Qui si è rivista la stessa identica cosa: non ne sono affatto soprreso, vista la valenza negativa del Male, definbile SOLO attraverso NEGAZIONE di un altro concetto INDIPENDENTE. Quindi, a che vale correr dietro alle lucerne infingarde? Ognuno spara finché ha cartucce valide. In questo caso, poi, erano pure poche e tirate come da coscritti. Sarà necessario che il sedicente prof. illumini le sue menti con argomenti più circostanzaiti e meno isterici, altrimenti non gli renderanno un buon servigio feudale...

      Elimina
  14. Quindi Biglino agirebbe su ispirazione del diavolo?
    Penso invece che piu' umanamente sia stato influenzato da Sitchin.

    RispondiElimina
  15. Biglino legge semplicemente la Bibbia, cosa che nessuno fa mai. La legge. Ed è talmente chiaro quello che dice da essere imbarazzante. Non ci facciamo più prendere per i fondelli. Che la Verità si diffonda come un virus su tutto il pianeta! E sta accadendo.
    Simona.

    RispondiElimina
  16. la rovina del mondo sono le Religioni!!!!!

    RispondiElimina
  17. Le sette chiese , congregazioni nel testo Testimoni di Yahweh, sono esatta esatte allegoria dei sette chakra :vedasi a riscontro "di in te di Ramtha ; non contiene gurdoneria del trascendente, o schizofrenia primaria, o "misticismo" nella esatta accezione del Collegio Americano do Orgonomia di Princeton N. J.; lo scibile Orgonopsichiatria è allegorizzato da Perseo. La divulgazione della presenza dell'India, per così dire, nella dettatura al contattista Giovanni Evangelista "Rivelazione" o Apocalisse segna lo smascheramento e la fine del Vaticani cospirazione antica Vecchi Ordine Mondiale - N. O. M. . Ap 12:5 il bimbo allegorizza il modello giovanneo di autogoverno; io il Veltro dantesco Michelangelo Everzari ci portai varie cose di conoscenza superiore : la scienza di Perseo o della igiene emozionela della percezione , Ramtha, la colchidologia di David Ichke, la scuola di taumaturgia Matrice Energetica di Robert Bartlett, la Medeologia che ho fatto io per i Carabinieri incapaci, i Motori Perpetui Antichi Occultati e cnnessa Truffa delle Tre Turbine sovrana ex Idra di Lerna sui testi di Fisica per gli Schiavi degli Anunnaki . Cerco soltanto ora il contatto co Biglino

    RispondiElimina
  18. E intanto siamo arrivati a maggio 2014, e nessuno si è sognato di mettere alle strette Mauro Biglino con interventi mirati alle sue conferenze. Eppure di "argomentazioni" ne avete da vendere: tutte racchiuse in siti come questo. Pochi curiosi si avventurano in questi luoghi disperati. Forse una piccola percentuale alla fine potrebbe anche darvi retta. Ma gli altri? Quelli che per esempio si limitano a seguire una sua conferenza o a guardare un video su youtube? Non è difficile rendersi conto che questi ultimi rappresentano la maggioranza. Avreste un'occasione ghiottissima, persone come me potrebbero cominciare a cambiare idea e a darvi ragione. Invece niente, nessuno che si prenda la briga ALMENO una volta. Lo sottolineo: tanti video su youtube, guardati da tante persone, e neanche una volta un vostro intervento che sia uno. E nel frattempo aumenta il numero di ignoranti che inizia ad assaggiare la settima fetta. Vista la passione con cui insistete nella "critica sistematica", io continuo ad essere sorpreso per questo silenzio al di fuori di questi blog/forum etc. Penso di esprimere un desiderio di tanti se vi chiedo: dimostrateci che questa critica sistematica abbia un senso!

    RispondiElimina
  19. Salve, ho visto diversi video di Biglino ma non riesco a trovare video di risposta/confutazione "seri" (vale a dire di persone che dichiarino le proprie credenziali e parlino nel merito dell'analisi del testo e non basandosi su assunti teologici che cominciano con "sono un difensore della fede cristiana").
    Sapete indirizzarmi su qualche video veramente valido che illustri "l'altra campana" con analisi e terminologie scientifiche? Grazie.

    RispondiElimina
  20. Salve, vorrei chiedere a confutazio il un'opinione sui versetti del libro di ezechiele capitolo 10 dal 9 al 17. Questi versetti non li ho sentiti citare da biglino nelle sue conferenze ma leggendomi il libro di Ezechiele da una Bibbia degli anni '70 incuriosito da ciò che diceva Biglino sul fatto di leggersi la Bibbia. Cito testualmente quelli che mi interessano in particolare:
    "9 Guardai ancora ed ecco che al fianco dei cherubini vi erano quattro ruote, una ruota al fianco di ciascun cherubino. Quelle ruote avevano l'aspetto del topazio. 10 Sembrava che tutte e quattro fossero di una medesima forma, come se una ruota fosse in mezzo all'altra. 11 Muovendosi, potevano andare nelle quattro direzioni senza voltarsi, perché si muovevano verso il lato dove era rivolta la testa, senza voltarsi durante il movimento. 12 Tutto il loro corpo, il dorso, le mani, le ali e le ruote erano pieni di occhi tutt'intorno; ognuno dei quattro aveva la propria ruota. 13 Io sentii che le ruote venivano chiamate «Turbine».". Da questi versetti vorrei sapere se in ebraico queste ruote vengono chiamate turbine nella traduzione. Che cos'erano e a cosa servivano se non erano turbine. Mi piacerebbe avere un'opinione perchè sono digiuno d'ebraico. Grazie

    RispondiElimina
  21. E le foto false sul libro che cambierà per sempre le nostre idee sulla bibbia?

    RispondiElimina
  22. Davide Raneri.27 ottobre 2014 07:25

    Udirono il loro stridor di denti!
    Tremando come Caino che temette l'ira bestiale che lo attendeva, fu protetto, per mentire e placare l'indomabile belva.
    Semplice fu ingannarla, ma nell'incensarsi persero di vista il bestiame.
    Il buon pastore ritrovò il bestiame che nel tempo divenne domestico, così come gli antichi.
    Il buon pastore volle addomesticare il suo bestiame per farne il servitore, ma il servitore nell'osservare il suo padrone iniziò a capire: imparò a parlare, a ragionare, imparò e si ribellò.
    Il buon pastore con verga tremenda cercò di correggere il proprio errore macchiando il suo cuore.
    Dalle sue mani colava il sangue delle menzogne.
    Il buon pastore brucio nell'anima sua una tremenda vendetta, ma sentiva il terrore nel suo cuore.
    Egli riusci per breve tempo a nascondere il suo peccato, ma nella sua pelle sentiva l'urlo di coloro che subirono per millenni.
    Le bestie ammaestrate iniziarono il loro cammino, liberi dal giogo dell'antico pastore compresero gli inganni, e videro ciò che gli era stato celato; videro la sua fine.
    Ecco! Esclamò il più timido. Ecco!
    La nebbia occulta si dirada e il raggio del sole illumina il misfatto, e scopre le vesti del lupo ammaestrato.
    Quella stella che volle oscurare gli si ritorceva dentro le budella, e con sofferenza partorì il suo crimine, il suo tormento lo sacrificò a se stesso, ma non si placò.
    La bestia servile lo divorò, quella stessa bestia, ridotta in macerie si innalzò, e non visse più dentro il suo recinto né chiese più d'esser protetto.
    L'antico bestiame comprese le proprie origini; origini che le furono negate da i loro dei; dei che li fecero vivere nell'oscurità.
    Non ci fu più alcun timore, e la pace divenne la casa di tutti coloro che subirono per quell'uno.
    Ecco! Il grande inganno è svelato!
    Tutti lo esclamavano.
    Quell'uno fagogitato da se stesso che tramava nell'oblio, vide scivolare dalle proprie mani la sua illusione, figlio di un antico timore; timore che generò terrore e, morte.
    Nel cuore barbaro nacque tanta pietà per quell'uno che credette d'essere Dio.
    Il barbaro gli tese la mano, ma egli si rifugiò in casa sua; quella casa fatta di illusioni.

    RispondiElimina
  23. vorrei chiedere come mai mauro biglino non parla della divisione delle acque x il passaggio di mosè e il suo popolo. grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e non parla neanche della marmotta che confezionava la cioccolata...che scandalo!!
      in realtà ne parla spesso, è stato un passaggio in un canneto...

      Elimina
  24. Si può condividere un link? Perchè hanno fatto ritrovamenti di giganti in molti siti archologici sparsi in tutto il globo, questo, pur non confermando le teorie avanzate da Biglino, è ulteriore inconfutabile prova di come la ricostruzione storica/cronologica formulata sino ad ora debba certamente essere ridiscussa, aprendo la strada ad ipotesi ancora oggi denunciate di fantascienticismo.

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  27. Ultimamente mi è stato riferito che alcuni diffondono una informazione falsa (tra le tante ): dicono cioè che le mie traduzioni letterali della Bibbia non sono mai state pubblicate.

    Almeno queste cose dovrebbero verificarle…

    Sono veramente onorato di vedere che dopo il 2012-2013, anche per l’anno accademico 2013-2014, l’Università di Napoli L’Orientale ha indicato come testo di riferimento per il “Corso di Lingua e letteratura ebraica biblica e medievale” un mio volume di traduzioni interlineari:

    http://docenti.unior.it/index2.php?content_id=18580&content_id_start=1&ID_Utente=2923

    I testi con le mie traduzioni interlineari sono anche alla Pontificia Università di Santa Croce e in altri istituti teologici:

    http://catalogo.pusc.it/cgi-bin/koha/opac-detail.pl?biblionumber=129939

    http://catalogo.pusc.it/cgi-bin/koha/opac-detail.pl?biblionumber=137156

    https://www.worldcat.org/title/cinque-meghillot-rut-cantico-dei-cantici-qoelet-lamentazioni-ester-ebraico-greco-latino-italiano-testo-ebraico-della-biblia-hebraica-stuttgartensia-traduzione-interlineare-italiana-di-mauro-biglino-testo-greco-dei-settanta-ed-rahlfs-rahlfs-hanhart-testo-latino-della-vulgata-clementina-testo-italiano-della-nuovissima-versione-della-bibbia-e-di-mons-gianfranco-ravasi/oclc/799797432&referer=brief_results

    …nonché nelle biblioteche di università americane:

    https://www.worldcat.org/title/profeti-minori-sefer-tere-asar-libro-dei-dodici-profeti/oclc/526076746&referer=brief_results

    Si va avanti, essendo arrivato alla “settima fetta” e sempre “facendo finta che…”.

    Mauro Biglino

    RispondiElimina
  28. avete solo paura di Biglino che , su quasi tutto, dice
    il vero. non peccate dii orgoglio, cari fratelli ebrei.

    RispondiElimina
  29. Gabriel Passaretti22 ottobre 2015 01:14

    Leggendo le risposte di confutatio, non posso far altro che prendere atto della sua profonda insicurezza ed inadeguatezza nel tentare di smontare un concetto discretamente solido, tramite cavilli grammaticali insignificanti.

    Continui così.

    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  30. Salve a tutti.
    Volevo chiedere senza mezzi termini e giri di parole.
    1) la bibbia che vende il vaticano è tradotta correttamente o no? Rispondete si o no
    2) mi può dare la stele di rosetta della traduzione originale dei testi antichi ?? o avete ipotizzato che si traducessero in quella maniera? voglio proprio il testo antico dove ci sono le regole che spiegano come deve essere letto il testo antico. Cioè voglio il libro dove chi ha scritto gli antichi manoscritti, abbia rilasciato pure un codice per la lettura, perché altrimenti pure le vostre sono solo supposizioni di traduzione....
    3) Biglino fa una sua interpretazione che può essere totalmente falsa e lo dice chiaramente, pure Galileo fecce una sua interpretazione del sistema solare, mentre il 99% degli scienziati convinti dei loro dogmi, lo volevano mandare al rogo...
    QUINDI SE NON AVETE LA CHIAVE DI CODIFICA, SCRITTO DAL POPOLO CHE HA CREATO GLI ANTICHI MANOSCRITTI CHE SPIEGHI COME TRADURRE I TESTI ANTICHI E COME LEGGERLI LE VOSTRE TRADUZIONI SONO PURE SUPPOSIZIONI (ipotesi), ESATTAMENTE COME QUELLE DI BIGLINO se non sbaglio nella storia le più grandi invenzioni sono sempre state fatte da persone singole che andavano contro le masse.
    Ricapitolando se un testo arriva ai giorni nostri senza nessuna regola e nessun codice equivale ad un testo criptato, che senza una chiave di codifica è INDECIFRABILE... voi vi arrogate la presunzione di avere la chiave quando non avete la minima idea di chi abbia scritto il testo....
    Altra cosa molto grave è il fato che non contestiate il vaticano per dare una falsa bibbia al popolo cristiano. COME MAI STATE ZITTI CON IL VATICANO?
    Grazie mille pace e bene a tutto il pianeta…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei dice che le traduzioni "ufficiali" sono pure supposizioni, esattamente come quelle di Biglino. Sue testuali parole, ma qualcosa non torna, perché Biglino sostiene sempre di non supporre, di non intrpretare, ma solo di leggere quello che è scritto, senza intermediazioni. Allora, legge, traduce, interpreta, suppone o che altro? Ci faccia capire, prolifico Anonimo.

      Elimina
  31. Biglino non conosce la pronuncia, non sa tradurre, ma il dr. Ariel Di Porto, rabbino capo della comunità ebraica di Torino, nella conferenza tenuta a Milano il 6 Marzo scorso, non avendo argomenti per "confutare" credibilmente Biglino, si è allontanato repentinamente.
    Per non parlare degli altri conferenzieri, tutti molto qualificati, che pur arrampicandosi sui vetri, non sono riusciti a controbattere in modo convincente , nonostante contorsioni ed equilibrismi dialettici. Vita lunga a Mauro e, speriamo, un meritato Nobel per i servigi, che con assoluta onestà mentale, contrariamente a quanto succede da millenni, sta rendendo all'umanità.

    RispondiElimina
  32. Innanzi tutto nessun libro parla di Dio, ma semplicemente tutti lo immaginano. Nessuno ha mai visto Dio, nessuno sa che voce abbia, nessuno sa come la pensa e quale sia il suo disegno (ipotizzando che ne abbia uno), nessuno sa che forma abbia o se ne abbia e di che materia o energia sia fatto. Di Dio nessuno sa niente e di conseguenza non può parlarne ma solo immaginarlo. L'idea che esista un Dio si è sviluppata in conseguenza ad un ragionamento logico secondo il quale noi, sapendo per certo che ogni cosa che esiste è stata costruita da qualcuno o da qualcosa di preesistente che si è trasformata, per forza di cose ci siamo convinti che debba esistere un'entità dotata di volontà propria che non sia stata creata da nessuno o da nulla, che sia quindi sempre esistita, e che abbia dato inizio ai meccanismi chimici e fisici di cui è composta e a cui è soggetta tutta la materia e l'energia esistente. Ma anche su questo c'è chi nutre dubbi, come Stephen Hawking per citarne uno, quindi su Dio non si può fare alcuna affermazione certa dato che le affermazioni certe annullano i dubbi e nessun dubbio è stato annullato. Dio lo si può solo immaginare, ma secondo la chiesa quei testi sono stati ispirati da Dio.. ma dove?? ma quando?? Credere in Dio è legittimo, ma dargli una forma e attribuirgli un pensiero è pura follia, o opportunismo come nel caso delle chiese che dalla pazzia altrui traggono ricchezze e potere terreni.

    RispondiElimina
  33. Buongiorno a Tutta la Comunità.
    Mi chiamo Patrizio Fiorelli.

    Desidero esprimere la mia opinione la quale certamente non porterà ne tanto meno toglierà il livello di conoscenza acquisita fino ad ora nel mondo. Di certo si può affermare che se non esistesse Biglino non avrebbe motivo di esistere neanche il forum Confutatio. L esistenza di entrambi dimostra il desiderio di conoscenza insita nella natura umana e la ricerca continua della stessa come necessità evolutiva personale e collettiva. Tesi ed antitesi sono condizioni fondamentali che permettono di salire il gradino successivo della consapevolezza come individui e come specie. Lo scontro dialettico e scientifico che avviene qui come in altri ambiti è volontà di capire altrimenti chi è pro biglino e chi lo critica negativamente avrebbe evidentemente altro da fare nella vita piuttosto che leggere per giorni libri ascoltare per ore conferenze approfondire per settimane su questo ed altri forum. Eppure siamo qui alla ricerca di una comprensione che possa portarci un pelo più vicini alla conoscenza. Io stesso sono ignorante di ogni argomento e morirò consapevole che in ogni materia avrò aggiunto poco in confronto a quanto l umanità farà nei millenni ma non per questo rinuncio ad ascoltare e a contribuiRe per ciò che posso. Biglino ha aperto una strada veritiera o fasulla... questo ancora non lo sappiamo ma il tempo ed i contributi di chi è a favore o contro non faranno che accrescere la CONOSCENZA in quella direzione. In fin dei conti tutta la letteratura extra biblica ha lavorato e lavora per ricercare l interpretazione possibilmente vera di una parola di una frase di un versetto di un capitolo di un libro. Io suppongo appunto perché ignoro che molti ebrei come molti cristiaNi preferiscano spendere il tempo quotidiano per fare altro piuttosto che leggere il Testamento e delegano volontariamente o involontariamente lo studio a chi ci si vuole cimentare... Saggi Sapienti Ricercatori e poi ne prendono ciecamente le conclusioni perchè è più comodo così. Biglino ha incuriosito con il suo porsi i pigri come i ferventi a rivisitare un libro dato all umanità ma dall umanità stessa relegato solo a chi ci si voleva cimentare. Ha creato curiosità e la curiosità ha fatto sì che il volgo (non in senso dispregiativo) cristiano e semitico si riavvicinasse per avvalorare e contestare certe teorie. E questo è solo un bene. Un bene puro. Ricominciare a chiedersi i perché non può che riattivare la ricerca di conoscenza insita nella mente umana. Per questo va bene chi discute pacatamente ma va bene anche chi si infervora perché tutto è tesi e antitesi.

    RispondiElimina
  34. Seconda parte
    Tutto è ricerca di verità. Portando un breve parallelismo anche la relatività di Einstein è un Assioma della fisica e lo è stato per 50 anni. La risposta del mondo accademico ad una qualsiasi teoria relatovistiva era:non puoi prescindere però dalla relatività. Eppure oggi che muoviamo i primi passi nella fisica quantistica anche la Relatività di Einstein si sta sgretolando ma non per questo diremo che Einstein era un incompetente... Biglino non lo sto paragonando ad Einstein e non paragono ad Albert neanche gli esegeti storici semitico o cristiani. Il mio esempio è funzionale al fatto che non possiamo dare per assolutamente vero qualcosa ne tanto meno assolutamente falsa ma dobbiamo ascoltare e se vogliamo anche contribuire con lo scopo di aggiungere un altro pezzetto alla conoscenza. E questo vale per ebrei cristiani e anche islamici. Nella mia materia di competenza so di essere tra i migliori in Italia ma quando un amico o una giovane conoscenza mi interrogano sulla materia o danno loro teorie non le tratto con supponenza ma le ascolto e la prima cosa che mi chiedo è: potrebbe questo ragazzo avere avuto una intuizione che non ho avuto fin ora? Poi descrivendo l errore compiuto cerco di argomentare seguendo un percorso anche lungo ma facendolo insieme come se stessimo scoprendo entrambi tutto il pregresso che ha portato a rendere la teoria errata. Io non sono speciale e non desidero dare questa impressione ma il sapere è di tutti sia di chi lo cerca sia di chi lo ignora e non ha copyright. Cerchiamo di conoscere sempre di più senza creare faide oltransiste. Dio è Dio? Dio è un Alieno? Dio è un umano di una civiltà precedente? Dio è un essere vivente con cognizioni tecnico scientificHe superiori al resto Dell umanità Dell epoca? Dio è un umano che dal futuro è tornato indietro nel tempo e quindi è apparso a tutti come un entità superiore? Era un essere solo? Erano molti? Ma lo scopo è denigrarci a vicenda o cercare la verità? Se stiamo qui sopra la verità la cerchiamo e questo ci accomuna tutti indistintamente! Forzare le congetture è anticonoscenza. Ignorare segnali diversi dal canonico è anticonoscenza. Io posso proporre un mia idea Prendiamo Biglino Prendiamo gli Esegeti Cristiani e Semitico storici. Poi cerchiamo anche i segnali che la scienza in modo non organizzato ci comunica. Il testamento in fin dei conti sono narrazioni storiche che parlano di Yahweh e dei suoi rapporti millenari con una popolazione. Allora contestualizziamo la narrazione. Contestualizziamola insieme ai libri delle altre religioni... indiana cinese sumera maya azteca nord europea mongoli etiope africana ecc ecc creiamo una linea temporale mondiale ( come ai fa per la RICERCA degli inquirenti ) nella quale inseriamo tutte le religioni e i fatti relativi narrati. Aggiungiamo su questa linea gli eventi storici gli eventi scientifici le anomali anacronistiche e vediamo allora che quadro ne esce! Magari qualcosa che conferma i dogmatici magari qualcosa che conferma i nuovi ricercatori o magari qualcosa che unisce sintesi di entrambi insieme a nuove scoperte lontane dai due schieramenti... l unico scopo è la ricerca del sapere

    RispondiElimina
  35. Ehi, la verità è che viaggiare con i bambini è molto gratificante perché amano e aiutano anche a condividere più tempo con i loro genitori. Vi consiglio di chiamare numero ryanair in modo da vedere le promozioni che hanno. Oltre ai bambini a partire dall'età di vostro non addebiterà nulla

    RispondiElimina
  36. Le tesi di Biglino sono completamente anti-storiche e anti-logiche: Il “complotto dei falsari” di Mauro Biglino. La logica stessa sconfessa le sue tesi assurde.
    Confutazione delle tesi di Mauro Biglino sul Nuovo Testamento: http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/07/confutazione-alle-tesi-di-mauro-biglino.html
    A pag. 135 del suo libro “Antico e Nuovo Testamento libri senza Dio” Mauro Biglino scrive:

    “Da questo si comprende che il problema del Nuovo Testamento non risiede tanto nelle traduzioni forzate (anche se sono ben presenti), o nelle interpretazioni di un testo scritto in greco, bensì in ciò che hanno deliberatamente inventato quando l’hanno scritto.”

    Qui Biglino scopre le sue carte e scrive che il Nuovo Testamento sarebbe un libro inventato. La tesi dell’invenzione a tavolino deiVangeli e della Divinità di Gesù è stata già proposta in passato, ma è stata scartata per vari motivi.
    Ammettiamo per un attimo che Biglino avesse ragione: è stata tutta un’invenzione e la figura di Gesù è stata divinizzata. Qui prodest? Chi ci guadagnava da tutto cio? Nessuno, anzi.
    Innanzitutto analizziamo un primo punto per confutare la tesi di Biglino. Sappiamo che gli autori del Nuovo Testamento furono otto e di questi otto almeno sette erano ebrei (vi sono comunque teorie che anche Luca fosse ebreo, ma comunque è maggioritariamente accettato che Luca fosse un ellenico giudaizzato). Per quale motivo otto ebrei, fedeli quindi alla Legge mosaica, avrebbero dovuto inventare qualcosa di falso, dichiarando il falso e improntando tutta la loro vita con lo scopo di sostenere il falso?
    In quel tempo andare in giro a dire che Gesù Cristo era il Figlio di Dio ed era risorto dalla morte era molto pericoloso. Non solo era considerato blasfemia dagli ebrei (che infatti lapidarono molti cristiani, a cominciare da Stefano), ma era pericoloso anche sostenerlo davanti ai romani, per i quali l’imperatore era considerato dio. Quindi, il supposto gruppo di falsari dei Vangeli e degli altri libri del Nuovo Testamento cosa ci guadagnava? Di solito si trama un complotto, e si diffondono idee false per poter lucrarci sopra, o per acquisire alcun potere, ma i primi cristiani non ambivano a nessun potere terreno, anzi, rifuggevano il potere, che consideravano uguale alle tenebre, e e cercavano la Verità, che consideravano essere esattamente una persona: Gesù Cristo. Quello che ho appenascritto deriva dallo studio dell’età patrística prenicena, che a sua volta si basa su documenti storici e ritrovamenti archeologici (tombe cristiane) (7).
    Inoltre c’è un altro punto, ancora più importante del primo, che smonta le tesi di Biglino: anche ammesso che un limitato gruppo di persone si fosse unito e abbia scritto i Vangeli a tavolino, come sarebbe stato possibile divulgare la nuova credenza, basata su eventi soprannaturali, alle masse?
    Con un semplice libro non si può convincere qualcuno della Divinità di Cristo e della sua Risurrezione dai morti. Per convincere un non credente a credere, bisognava predicare nelle strade, e bisognava predicare con le lacrime agli occhi, ossia credendoci veramente. Infatti il Cristianesimo non è una credenza in un dio impersonale come per esempio le religioni misteriche, dove si descriveva un’anima universale lontana e fredda. Il Cristianesimo è basato su fatti realmente accaduti e se il predicatore non crede veramente in quello che sta predicando, nessuno gli crederebbe. Ve lo immaginate il gruppo di complottisti falsari, quelli che Biglino dice che scrissero a tavolino i Vangeli, andare a predicare in qualcosa che non credevano loro stessi per primi? E in piu andare a predicare sapendo di poter essere uccisi? La logica stessa sconfessa le tesi del Biglino.

    RispondiElimina
  37. Vadiamo l'assurda tesi di Biglino sul complotto di Paolo di Tarso: Confutazione delle tesi di Mauro Biglino sul Nuovo Testamento: http://yurileveratto2.blogspot.com/2016/07/confutazione-alle-tesi-di-mauro-biglino.html A pag. 136 del suo libro "Antico e Nuovo Testamento librisenza Dio", Biglino continua a sviluppare la sua tesi sostenendo che fu Paolo di Tarso ad inventare la cristologia, ossia il kerygma. Questa e' una tesi falsa, che e'; stata smontata ampiamente nel corso della storia, ma periódicamente qualcuno la riutilizza, con lo scopo di portare avanti le sue teorie.
    Innanzitutto e' vero che Paolo di Tarso inizio' a scrivere le sue Lettere prima della stesura dei quattro Vangeli. Pero' vi sono alcune eccezioni. Per lo studioso J. Carmignac il Vangelo di Matteo sarebbe stato scritto nel 45 d.C. inizialmente in aramaico (12). Inoltre secondo lo studioso O’Callaghan, uno dei frammenti dei Rotoli del Mar Morto, sarebbe parte del Vangelo di Marco, e risalirebbe addirittura al 50 d.C. (13), (quindi entrambi sarebbero stati scritti prima delle Lettere paoline). In secondo luogo e' improprio dire che Paolo di Tarso avrebbe influenzato gli altri Apostoli e gli Evangelisti. Per vari motivi: innanzitutto se prima del concilio di Gerusalemme gli Apostoli si fossero resi conto che Paolo di Tarso sosteneva delle tesi non coincidenti con il messaggio centrale di Gesu' Cristo, ossia il kerygma, lo avrebbero allontanato e scomunicato e non gli avrebbero permesso di predicare la parola del Signore. In secondo luogo le Lettere di Paolo furono dirette alle comunita' cristiane dei tessalonicesi, dei corinzi, dei galati, dei filippesi, dei romani, degli efesini e dei colossesi. Pertanto queste lettere inizialmente non giunsero al cospetto degli altri Evangelisti, che quindi non avrebbero certo potuto copiarne i contenuti. In terzo luogo bisogna considerare che Paolo di Tarso non viaggio' in Egitto, ne a Bisanzio (Costantinopoli), ne in Armenia, ne in Etiopia, ne in Persia e tantomeno in India. Pero' in quei posti si diffuse il kerygma fin dal I secolo, ossia il messaggio centrale del Cristianesimo basato sul pentimento dei propri peccati, sull’espiazione dei peccati da parte di Gesu' Cristo sulla croce e sulla Risurrezione di Gesu' Cristo. Chi diffuse il kerygma in quei territori dove Paolo di Tarso non viaggio? Gli Apostoli, naturalmente. Se Paolo di Tarso avesse inventato qualcosa, e se il suo predicare non fosse stato perfettamente coincidente con l’insegnamento di Gesu' Cristo, ne sarebbe risultato che nei luoghi che ho citato si sarebbe diffuso un qualcosa di diverso, mentre solo nelle aree visitate da Paolo si sarebbe diffuso il kerygma, ma come sappiamo non fu cosi', per esempio in Egitto si diffuse il kerygma e il Cristianesimo apostolico, esattamente uguale al Cristianesimo diffuso da Paolo, e il primo che lo diffuse fu l’Evangelista Marco. E via di seguito per gli altri luoghi da me citati: Andrea per Bisanzio, Giuda Taddeo e Bartolomeo per l’Armenia, Tommaso per l’India ecc. La frase di Biglino a pag. 136 quindi dove sostiene che “le affermazioni di Paolo erano assolutamente false, prive di fondamento e inaccettabili”, e' senza senso, priva di logica e anche priva di rispetto per un uomo, Paolo di Tarso, che ando' al martirio pur di non rinnegare quello che aveva scritto e detto su Gesu' Cristo. Naturalmente le fonti storiche sul martirio di Paolo di Tarso sono numerose. (14).

    RispondiElimina
  38. Andate a lavorare!! Braccia tolte all'agricoltura. Cosa mi dite di Safran (rabbino di Gerusalemme) e la sua intervista dove conferma che nella genesi ce stata la clonazione? Cosa mi dite del capo rabbino di Torino Rav Ariel Di Porto che da anche lui ragione a Biglino dicendo che il peccato originale non esiste?? Cosa mi dite del Rav romano Rav Di Segni che conferma che la traduzione di Olam non significa mai eterno?? Facciamo una cosa visto che dite di essere trasparenti,pubblicate qui sotto le traduzioni interletterali dell'antico testamento come ha fatto Biglino e poi ne riparliamo! Come mai nel sito kavod custom ce la scritta in ebraico antico proprio come nei testi masoretici del KVD e ci hanno fatto casualmente un sito di armi?? Fai parlare i vari capo Rabbini non parlare te che sei un colluso

    RispondiElimina
  39. A me sembra che Shalom non abbia capito niente, Biglino parla della Bibbia così come è intesa dai crisitani cattolici, ciò significa mettere in discussione ciò che viene raccontato nelle chiese cattoliche rispetto a ciò che c'è scritto nella Bibbia, ancora una volta, cattolica, che come ben sapppiamo è un furto ai testi sacri ebraici. Ora, chi se ne frega degli usi e dei costumi ebraici che aiuterebbero ad eseguire una migliore interpretazione dei testi sacri, ancora una volta, ebraici; Shalom dimentica che i libri da loro "adorati" sono diversi da quelli cristiani, quindi di cosa sta parlando? Nessuno mette in dubbio ciò che credono loro, che credano quello che vogliono, chi se ne frega, qui si discute a proposito del fatto che la chiesa cattolica diffonde montagne di falsità rispetto a ciò che c'è scritto sui testi.

    RispondiElimina
  40. La cultura del tempo, le usanze, le leggi, la società, etc., tutto ha un senso, non basta certo leggere una traduzione, tradotta forse male visto le critiche dei colleghi che provano le loro correzioni.

    RispondiElimina