Follow by Email

lunedì 25 maggio 2015

E' giunto il momento del consulto psichiatrico

Federica Di Noi
'Io, Donna Clonata'
(Edizioni Youcanprint 2013)



Ricevo da un amico un articolo su X-Times di cui conosciamo bene, come ASPIS, la Direzione. Questo articolo è una breve intervista a tale Federica Di Noi che per molti sarà una scrittrice ma per noi è fondamentalmente una giovane donna legata a Mauro Biglino.
Cosa si racconta in queste righe? Semplice: ella fu contattata, non si sa quando non si sa dove (tipico delle traduzioni dall’ebraico di M.B.) da un certo ‘Marco’ il quale la mette al corrente di un potentato extraterrestre che ha il potere tecnologico, non si sa come non si sa l’origine, di clonare gli individui tra i 20 e i 25 anni garantendone l’immortalità. Naturalmente è un potentato in grado di disporre di ingenti ricchezze e con il desiderio di continuità tra esso e le ricchezze stesse attraverso la clonazione di ‘prescelti’.
Il procedimento di clonazione, non si sa dove non si sa quando (‘tale moglie, qual marito…’ citaz.), fu trasmesso da detti alieni (non si sa chi sono non si sa da dove provengano – ibidem…) a detto potentato (non si sa chi sono, non si sa dove stanno…) ed è soprattutto una pratica portata avanti dagli omini verdi ‘ab urbe condita’, quindi quando io, quelli di ASPIS, la Di Noi e M.B. ancora risiedevamo nelle ‘palle dei padri’ sperando, of course, di non provenire da provette di DNA estratto da cadaveri precedenti perché la cosa, volendo, mi fa anche un po’ schifo.
La Federica, che ho conosciuto di persona a marzo di qualche anno fa durante una prolissa quanto inutile Conferenza del Mentore ad Ancona, corrobora il racconto di questo ‘Marco’, con cui ha conferito per parecchio, mediante due riferimenti di persone, non si sa chi non si sa quando (tranne un accenno agli studi universitari a Bologna, non si sa comunque quando…) una delle quali contattata da – guarda caso – un certo ‘Marco’ che le racconta la medesima storia.
Un serial…
Non solo.
C’è una donna della Lombardia (Popolazione: 9,995 milioni al 30 maggio del 2014, fonte Wikipedia), la quale ‘giurin giuretta’ di aver frequentato un ricco uomo d’affari per dieci anni e di averlo visto, una sera, con un suo clone a chiacchierare in auto, in mezzo alla strada (tipica intelligence per non farsi ‘sgamare’) e da quell’istante perde completamente le sue tracce. Non sto scherzando, in allegato l’articolo…
Mi fermo qui.
Allora, sinceramente: in ASPIS, aldilà di certe ‘profusioni scatologiche sul lento’ da cibo scaduto spesso derivanti dalla Riviera, c’è il Dr. Fabio Marino, Medico Psichiatra e Dirigente ASL 4 di Frosinone: garantisco io, come Membro Permanente e Capo Fondatore ASPIS, che i primi consulti saranno gratis.
Perché? Perché non c’è niente di meglio dell’avallo da parte di un tecnico competente per capire se la Signora è o non è in grado di intendere e volere. Se lo fosse, non solo me lo auguro ma ne sono certo, allora vuol dire che una verità esiste in ciò che racconta: detta verità però può essere la meravigliosa capacità di una plurilaureata – tra cui Scienze della Formazione in cantiere – per circuire centinaia di incapaci in giro per la Nazione a fini di business. Del resto la tradizione in quell’ambito non langue…
Riguardo X-Times, chiedo un esame di coscienza su moralità e senso di responsabilità per il lavoro di informazione che, con fatica, porta avanti la Redazione.








5 commenti:

  1. Gabriel Passaretti22 ottobre 2015 01:24

    Ohhh finalmente qualcosa di interessante!

    RispondiElimina
  2. questo post ha avuto un successone

    RispondiElimina
  3. Adamo? Ish Had-am-akh, la testa che viene fuori da immagine/dimora (partorito?)
    Eva? Hawwah, onomatopea del vagito(partorita?)
    Geova? Yehowah, ma da papiro con riferimento a tempio giudaico, epoca persiana, Alto Egitto (elefantina), Yah=io che vengo Ho=portando Was=lo scettro Ah=sono Netor=il dio en=degli Netoren=dèi (c'è un politeismo nascosto in Elohim?)
    Elohim? Gli dèi (oppure il Dio degli dèi?)
    Pa Netor ah? Il dio che io sono, in antico egizio (Strano suona simile a Torah, il pentateuco di Mosè!)

    RispondiElimina
  4. Gentilissimo Sig. Confutatio, sono giunto sul suo blog dopo aver letto il libro "Elohim, la prova del dio alieno". Si parla in più pagine di questo blog e di lei. Devo dire che ho trovato qui le conferme che avevo letto nel libro.

    RispondiElimina
  5. Ecco un altro che compra certi libri...

    RispondiElimina